Archivio

    Categorie

    dicembre 2012
    l m m g v s d
    « lug    
      1 2
    3 4 5 6 7 8 9
    10 11 12 13 14 15 16
    17 18 19 20 21 22 23
    24 25 26 27 28 29 30
    31  

    Cima Valles

    23 dicembre 2012

    La partenza dal parcheggio

    Questa volta il buon Maurizio si unisce a noi per questa breve ma bella salita.
    La zona della Val Venegia la conoscevo da quando da piccolo anfavamo a fare le nostre traversate verso Baita Segantini e il rifugio Volpi al Mulaz, ma d'inverno non l'avevo ancora vista.

    La strada che la percorre viene battuta d'inverno e permette a tutti anche chi ha le ciaspe di poterla percorrere. Il panorama è bellissimo muovendosi alla base delle grandi pareti del Mulaz, della Vezzana e del Cimone della Pala, che mostra un fianco completamente inedito, molto diverso dal dente che si vede dal Passo Rolle.

    Per chi arriva da Falcade di sale fino al Passo Valle e poi si scende verso Paneveggio fino al parcheggio indicato all'inizio della Val Venegia.
    Per chi, invece, sale da Paneveggio (direzione Rolle o Predazzo) segue le inidcazioni del Passo Valles e dopo alcuni Km sulla destra trova l'indicazione per il parcheggio.

    Lasciata la macchina in una bellissima giornata (finalmente) di sole e calzati gli sci iniziamo a salire dietro il parcheggio. Qui si aprono 2 possibilità, una la salita nel bosco lungo il sentiero estivo oppure lungo la mulattiera (in genere battuta) che sale nella valle. Noi siamo saliti lungo il bosco, più bello, ma anche più lungo, quindi consiglierei la stradina.

    Entrambi i sentieri comunque si collegano all'altezza della Malga Veneggia (aperta durante i week-end anche d'inverno), lasciare quindi la mulattiera e seguire la traccia battuta dai gatti che sale alla Malga.

    Dietro la malga la traccia inizia a salire lungo il pendio fino al bosco dove risale con leggera pendenza superando anche un ponticello in un ambiente molto affascinante all'interno di un bosco rado.

    Superando anche alcuni tratti più ripidi si raggiunge lòa fine del bosco e si apre la visuale sui bellissimi pendii che scendono dalla cima. Si sale ancora un po fino ad una piccola casetta, da qui più ripidamente si sale un primo tratto che porta su una piccola depressione proprio sotto la cima. La traccia sale sulla sinistra per poi superare con alcune ripide svolte gli ultimi metri che permettono di raggiungere la cima con la croce.

    Dopo le foto di rito e una pausetta per riprendere fiato, togliamo le pelli e ci prepariamo per la discesa. Il vento è molto forte, ma il panorama lascia senza fiato: Di fronte a noi vediamo in lontananza la Marmolada con la sua massiccia parete Sud, più in là ancora si vede il Cristallo con il Sorapis, a destra vediamo la bellissima Parete delle Pareti che scende dal Civetta, appena dietro il "Caregon di Dio", il Pelmo.  Girandoci vediamo le Pale con il Mulaz, la Vezzana, E il Cimone con il canalone del Trevignolo. Girando ancora lo sguardo, i Colbricon Piccolo e Grande e più indietro i Lagorai. 

    La discesa lascia spazio alla fantasia, anche perchè la neve è stupenda, sembrava pesante, ma invece è più che sciabile. Belle curve sui pendii sommitali e poi ci tuffiamo nel bosco che permette comunque una buona sciata fino alla Malga Veneggia e da qui per la strada fino al parcheggio. Bellissimo!

    Salita compiuta il 23 dicembre 2012 da Federico, Chiara e Maurizio

    Percorso:
    Parcheggio all'inizio della Val Venegia - Cima Valles: 2-2.30 ore.





    Caratteristiche dell'uscita
    MS
    Esposizione: Sud-Ovest
    750 m
    Normale dotazione da sci-alpinistica
    2.30 ore
    Uscita molto appagante e senza particolari difficoltà, panorama mozzafiato


    La partenza dal parcheggio

    Appena lasciato il parcheggio

    Nel boschetto prima della Malga Veneggia

    Nella parte alta della salita nel bosco

    Il bosco appena fatto

    Maurizio quasi fuori dal bosco

    Maurizio nella parte alta verso i pendii sommitali

    Verso Cima Veneggiotta

    Nei pressi della casetta verso il percorso di salita

    I bei pendii alti (sto già assaporando la discesa)

    Sullo sfondo la cima

    Chiara nelle svolte finali sotto la cima e il Cimo de la Pala sullo sfondo

    In fondo la Val Venegia

    Le Pale con un bellissimo sole dalla cima

    Maurizio e Chiara sbucano sulla cresta finale

    Il Civetta e il Pelmo sullo sfondo

    Sotto di noi il Passo Valles

    Cima Juribrutto e Cima Bocche

    I pendii di Cima Juribrutto e Cima Bocche

    Ed ecco Maurizio

    Ed ecco Chiara

    Bellissime le Pale che si stagliano sul cielo

    Cima Veneggiotta e il Mulaz

    Io e Chiara in cima

    Maurizio e Chiara con la croce

    Ed ecco la bellissima discesa e Chiara che si diverte con le sue curvette

    Ancora un po di discesa

    Maurizio prende fiato

    Il bosco rado ci lascia comunque lo spazio per qualche curva

    Il sole gioca con gli alberi del parcheggio

    Il sole gioca con gli alberi del parcheggio

    Il sole gioca con gli alberi del parcheggio

    Ed ora mettiamo via tutto

    La nostra cima fotografata dal Passo Valles

    Anche il sole ci saluta

    Autore: Federico Bernardin

    Categoria: Scialpinismo

    lasciate un commento

    Lascia una Risposta

    I campi indicati con * sono obbligatori.

    ricordati i miei dati

    Immagine CAPTCHA per prevenire lo SPAM